23 Novembre 2017
[]

Patronato Acli

Il Patronato Acli, come previsto istituzionalmente, assiste gratuitamente i lavoratori e i cittadini nel rapporto con gli Istituti assicuratori e le Aziende sanitarie locali del S.S.N. per l´ottenimento di tutte le prestazioni previdenziali, assistenziali e risarcitorie a seguito di infortunio sul lavoro o malattia professionale. In caso di controversia, il Patronato promuove l´azione giudiziale attraverso i propri legali convenzionati.

Il Patronato ACLI nasce nei primi mesi del 1945 come espressione concreta delle ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) per la difesa e la promozione dei diritti dei lavoratori e dei cittadini nei confronti dello Stato e dei grandi Istituti di previdenza e di assistenza (INPS, INAIL, INPDAP, Prefetture, ecc.).

Viene giuridicamente riconosciuto con il D.L.C.P.S. n. 804 del 29 luglio 1947, abrogato dalla recente legge di riforma dei Patronati (la n. 152 del 30 marzo 2001), che recepisce l´orientamento della Consulta in ordine al riconoscimento della rilevanza costituzionale della funzione svolta dai patronati e ne mantiene inalterati i tre principi fondamentali:

- il pluralismo degli Istituti, a garanzia della libera scelta dei cittadini;
- il controllo pubblico dell´attività svolta, in carico al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali;
- il finanziamento pubblico, a garanzia della gratuità delle prestazioni erogate.

Il Patronato ACLI è capillarmente presente sul territorio nazionale, potendo contare su 20 sedi regionali, 103 sedi provinciali, circa 436 sedi zonali e oltre 2.500 recapiti o permanenze presso circoli ACLI, parrocchie, comuni, ecc.

All´estero, il Patronato ACLI - seguendo il flusso migratorio dei lavoratori italiani nel secolo scorso e comunque le comunità italiane già installate nei Paesi dell´America settentrionale e centro-meridionale - è presente in 18 stati del mondo (Belgio, Lussemburgo, Francia, Germania, Olanda, Danimarca, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera, Stati Uniti, Canada, Venezuela, Brasile, Cile, Argentina, Uruguay, Sud Africa e Australia), con 5 sedi di coordinamento nazionale (in Europa) e 62 uffici regionali o compartimentali...

Oltre a tali attività, il Patronato ACLI svolge, senza scopo di lucro, attività di informazione, servizio e assistenza tecnica, in Italia e all´estero, per diffondere tra i cittadini la conoscenza sulle normative vigenti in materia di sicurezza sociale e del lavoro, previdenza, invalidità civile, lavoro, immigrazione, risparmio previdenziale, diritto di famiglia e delle successioni, e anche - sia pure in misura minore - sulla legislazione fiscale.
Le stesse attività sono anche svolte in favore delle pubbliche amministrazioni e di organismi comunitari, sulla base di apposite convenzioni.

Oltre la sede provinciale nel territorio pisano il Patronato Acli è presente con 4 sedi zonali oltre 31 recapiti, 19 addetti sociali e 9 operatori

I SERVIZI DEL PATRONATO:
- pensioni di vecchiaia, invalidità, superstiti;
- pensioni ed assegni sociali;
- maggiorazioni e supplementi di pensione;
- infortuni e malattie professionali;

- assegni familiari e ricostituzioni;
- versamenti volontari;
- recupero ed accredito contributi;
- previdenze sociali estere;
- pratiche in convenzione con l’estero;

- riscatti e ricongiunzioni;
- domande di disoccupazione;
- prestazioni per dipendenti pubblica amministrazione
ed ex istituti di previdenza;
- pensioni di guerra ed ass. di previdenza;
- provvidenze a favore di mutilati, invalidi civili, ciechi civili e sordomuti.


Patronato Acli, sede di Pisa:
Via F. da Buti, 20 - 56125 Pisa
Tel. 050/913108 oppure 050/913120

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]