22 Settembre 2017
immagine di testa


News
percorso: Home > News > News

Un "piccolo gruppo" che va avanti insieme

29-07-2017 20:19 - News
Come ogni anno prima della pausa estiva le Acli pisane sono solite incontrare i propri lavoratori per un confronto informale, occasione di formazione e di scambio comune. Si è così tenuto nei giorni scorsi, presso la sede de I CAPPUCCINI. Acli Persone Comunità, un incontro formativo molto coinvolgente al quale hanno partecipato una cinquantina tra dirigenti, dipendenti e collaboratori della sede provinciale di Pisa e delle dieci sedi zonali, oltre che dirigenti delle cooperative Axis ed Aforisma. L´appuntamento ha affrontato il tema dell´apprendimento della cultura di "piccolo gruppo" con l´obiettivo di suscitare riflessioni sulla consapevolezza del ruolo dei lavoratori stessi all´interno del proprio gruppo di lavoro e del ruolo del gruppo di lavoro stesso all´interno del sistema Acli, con l´obiettivo di accrescere la consapevolezza che le stesse Acli possano svolgere un ruolo importante di costruzione della cultura di gruppo per la società civile pisana.
L´incontro è stato occasione per promuovere la cultura del lavoro e i lavoratori che prestano servizio, affinché si coltivi la consapevolezza che i servizi prestati dalle Acli siano orientati all´emanazione di benessere per le persone che ne fruiscono. L´appuntamento, organizzato dal presidente provinciale Paolo Martinelli e dai dirigenti dei servizi delle Acli pisane Giacomo Martelli (delegato ai servizi), Elisabetta Di Lorenzo (direttrice del Patronato Acli di Pisa) e Paolo Amato (direttore di ACLI Service srl), ha permesso di soffermarsi sul tema dello stato di benessere del lavoro e dei lavoratori come elemento essenziale per la costruzione di un gruppo di lavoro che funzioni e che sappia operare in modo efficace, oltre che efficiente.
L´approfondimento in tema di "Gruppi e futuro" è stato affrontato dal dott. Salvatore Sica (psicologo/psicoterapeuta esperto di psicologia del lavoro e delle organizzazioni, specialista in "Relazioni industriali e del lavoro" , autore del testo edito da Franco Angeli "La comunicazione interumana. Coppia Gruppo Organizzazione" alla settima ristampa) allievo del Prof. Enzo Spaltro con il quale continua a collaborare sia presso la Fondazione Enzo Spaltro sia presso l´Università delle Persone di Bologna in qualità di socio/docente.
Il Dott. Sica ha tenuto a dissipare i nodi preconcettuali delle relazioni umane secondo una classificazione di diversità culturali che vede le persone impegnate, in particolare, in ambiti lavorativi nelle dimensioni sociali di coppia, di gruppo e di organizzazione. L´orientamento motivazionale al sentimento di appartenenza è stato indicato partendo dal superamento delle gabbie psicologiche della dipendenza e della controdipendenza, ormai non più utile allo sviluppo di alcuna struttura organizzativa lavorativa (in particolare per il settore no-profit), verso una fase di maturità definita di "interdipendenza".
"Saper stare in gruppo" ha concluso il Dott. Sica "permette alle persone di essere più vicine al futuro che, inevitabilmente, sarà sempre più costruito da coloro che avranno la capacità di stare insieme per trarre dal gruppo scelte di partecipazione, facendo nascere nelle persone stesse il sentimento di esserne stato parte (e non "il tutto" del gruppo) e pertanto ritrovare energia per reinvestire nella partecipazione e quindi nel futuro".


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]