23 Novembre 2017
[]

Chi siamo
percorso: Home

Chi siamo

Le Acli nascono per iniziativa della Chiesa come un patto associativo tra lavoratori, tra cristiani che vogliono testimoniare la fede nel mondo del lavoro e dare concretezza alla solidarietà.


Il patto associativo originario è dunque di natura popolare e cristiana, trovando una sintesi nelle cosiddette tre fedeltà:

1) alla Chiesa
2) ai lavoratori
3) alla democrazia

Negli ultimi anni si è aggiunta una "quarta" fedeltà, quella al futuro. Senza il ricordo del passato, che ci aiuta a non ripeterne gli errori, si rimane senza radici; ma senza uno sguardo fisso e costruttivo sul futuro non si cresce e non ci si confronta davvero con la Storia.

L´identità delle Acli è custodita ed espressa dall´insieme delle parole che formano il loro nome: associazioni cristiane dei lavoratori. Il carisma fondativo delle Acli è la testimonianza del Vangelo nell´azione educativa e sociale per la giustizia e la solidarietà. Senza il riferimento esplicito all´azione educativa e sociale si parlerebbe di altro, non di Acli.
Fede cristiana e lavoro sono fondamenti essenziali e complementari della stessa natura aclista.
Se venisse a mancare uno dei due, le Acli perderebbero i tratti costitutivi della loro identità.

Le Acli sono un movimento di Cristiani che attraverso le opere contribuiscono a tessere i legami della società basandola sul primato della persona, della famiglia e della comunità, favorendo forme di cittadinanza responsabile e di governo che siano espressive di questi soggetti.

Il carisma delle Acli sta nella propria vocazione educativa e sociale, a partire da "una vita cristiana realizzata come missione evangelizzatrice e testimonianza della carità nel mondo del lavoro" (dal Patto Associativo, art. n. 1).

Attraverso i propri circoli di base, i propri servizi e le proprie imprese sociali, le Acli operano anche oggi per costruire una società che valorizza l´uomo e la donna; una società in cui ognuno avrà il suo posto e la sua dignità.

Le Acli operano per allargare i confini della solidarietà, della pace e dei diritti umani e fedeli a questo mandato hanno organizzato una diffusa rete di difesa, aiuto e promozione dei lavoratori e di quanti si trovano in una situazione di emarginazione e di bisogno.

Lo sforzo che anima è contribuire ad aiutare le persone e la società a ricercare una vita ricca di senso. A non sentirsi anonime o escluse, ma protagoniste di luoghi, di città e di un mondo che hanno bisogno di noi tutti, perché si compia nella storia un cammino di solidarietà e giustizia.

Tra tanti dubbi c´è un Cammino di Salvezza che entra nella vita e insieme nel mondo; forse proprio attraverso le fatiche, soprattutto di chi ha meno potere. E .....a noi tutti tocca cercare di riconoscerlo e schierarsi, anche a costo di sbagliare o di rinunciare un po’ a noi stessi.






[Realizzazione siti web www.sitoper.it]